Non dare importanza a cosa gli altri pensano di te

gli altri

Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso.

Confucio

 Dare importanza a ció che pensano gli altri puó essere un peso che ti trascinerai per tutta la vita. Non puoi evitare di fare qualcosa solo per paura di cosa gli altri penseranno di te.

Qualche anno fa, ricordo con un filo di imbarazzo, ero alla ricerca di un lavoro mentre studiavo. Ricordo che in molti locali, nonostante fossi consapevole ricercassero personale, non facevo domanda. Perché? Il timore di essere giudicato per il tipo di lavoro. Nulla di piú sbagliato.

Certo! Apprendere ció che gli altri pensano di te puó essere uno sano feedback che puó aiutarti a migliorare ma non deve condizionare, assolutamente,  le tue azioni.

 In questo articolo voglio condividere qualche suggerimento a proposito del non curarsi dell’opinione altrui.

La tua opiNnione é la piú importante.

Comincia, prima di tutto, con l’accettarti e a considerare la tua opinione. Sostituisci il bisogno insano di approvazione e riversa tutto sull’auto-motivazione. In questo puó esserti utile questo precedente articolo.

Non tutto gira intorno a te.

Spesso ci convinciamo che sguardi indiscreti scrutino le nostre “nuditá”. Convinciti che non sei il centro dell’universo e gli altri non sempre sono lí pronti a giudicarti. Concentrati sull’essere positivo e affronta le situazioni a testa alta.

Accetta le critiche come le lodi.

Come ti compiaci per le lodi devi essere pronto ad accettare le critiche. Essere permalosi puó essere solo nocivo per te stesso. Nessuno é perfetto e quindi non tutti sono lí pronti a congratularsi, spesso dobbiamo accettare le critiche degli altri e utilizzarle per migliorarci.

Non tutto ció che gli altri dicono é vero.

Non sempre ció che gli altri dicono o pensano di te é vero. Spesso si tratta di invidia o semplicemente di ignoranza. Tu, e sottolineo, tu sei l’unica persona che ti conosce davvero.

Grazie di aver letto, 

alessandro_má

Precedente Smettere di essere dipendenti dallo Smartphone Successivo Cambiare: Non si é mai troppo vecchi