Cambiare: Non si é mai troppo vecchi

cambiare

Gli anni possono far venire le rughe alla pelle, ma la rinuncia agli entusiasmi riempie di rughe l’anima.

Samuel Ullman

Oggi voglio farvi leggere la storia di una persona. Una donna che temeva di essere troppo vecchia per cambiare.

Spesso ho sentito dire a tante, forse troppe, persone di essere troppo “vecchi” per fare qualcosa. Per intraprendere un drastico cambiamento oppure per instaurare una nuova relazione o, addirittura, per cambiare lavoro. Quella che riporto non é una mia esperienza personale ma bensí di una donna americana.


Sono sempre stata una persona metodica. Mi piace ordinare, organizzare i pensieri. Quando decido di attuare un’idea, nella mia testa, si formano grafici e determinati input. Non esiste la confusione.

Io sono una docente e per diciotto lunghi anni il mio processo educativo non é mai cambiato. Avevo le mie idee, le mie convinzioni e nulla poteva farmi cambiare idea.

Quando il nostro quartiere annunció che stavano attuando il processo per stabilire la tecnologia One-to-One Computing, pensai: “Va bene per gli insegnanti piú giovani, ma io sono a cinque anni dalla pensione, le cose vanno bene come le ho sempre fatte. Sono una brava insegnante. Non c’é bisogno di cambiare a questo punto”. 

Il mio atteggiamento peró era sbagliato. Dovetti ricredermi quando partecipai ad un workshop obbligatorio per i nuovi dispositivi tecnologici. Dopo l’incontro con gli esperti appresi quanto gli studenti potessero apprendere con tale metodo e gli innumerevoli vantaggi. Non era per la mia carriera ma per i miei studenti.

Aprendomi al cambiamento per il mio metodo e le mie classi, ho aperto le braccia anche ad ulteriori cambiamenti.

Accettare di cambiare mi ha cambiato.


I commenti sono chiusi.